gatti persiani

Gatto persiano

Il gatto persiano è originario dell’Asia, ed è un gattone domestico, considerato l’emblema della bellezza felina, è un gattone molto affettuoso. Scopriamo qualche nozione in più su questo tenero gattone.

Origini

I gatti persiani sono originari dell’Asia minore, ed i primi esemplari furono portati in Europa nel 1626, da Pietro dalla Valle, uno studioso delle razze feline che per primo intuì la bellezza di questi gatti dal magnifico e lunghissimo pelo.

Nel 1871, quando fu organizzata la prima grande esposizione felina dall’inglese Harrison Weir, il capostipite della razza trionfò sugli altri concorrenti. Da allora iniziarono i progetti di selezione di questo bellissimo felino dal meraviglioso mantello. Questo tipo di gatto venne subito apprezzato nell’epoca vittoriana e si racconta che la Regina Vittoria fosse la proprietaria di magnifici esemplari di colore blu.

il gatto persiano

Gatti persiano (Foto©Pixabay)

Descrizione

Il gatto persiano presenta un bellissimo mantello molto folto, ed il suo pelo arriva a misurare circa 20 cm, e può essere di tantissimi colori, possiamo infatti trovarne in natura di colore bianco, nero, crema, cioccolato o rosso, come colori semplici, mentre come colori particolari, possiamo trovarlo anche lilac o blu.

Ha corpo sodo e massiccio, grandi occhi tondi molto colorati ed espressivi le cui tonalità variano dall’arancio all’azzurro, al verde, al blu, con qualche eccezione per alcuni che possono avere un occhio arancio e uno blu, presenta orecchie piccole, zampe corte e tozze ed i piedi sono arrotondati e larghi. Il suo muso è arrotondato e schiacciato.

Presenta un peso che va dai 7 kg per i maschi, mentre le femmine pesano intorno a 3,5 kg.

Caratteristiche

Il gatto persiano presenta molte caratteristiche come la colorazione del manto, che consta di circa duecento combinazioni di colori, il suo musetto dolce e schiacciato, ma la caratteristica più evidente del gatto persiano è il suo comportamento aristocratico e piuttosto flemmatico.

Temperamento

Il gatto persiano è un gattone molto dolce, di buona compagnia, ha un carattere docile e pacifico, infatti è molto affettuoso ed adatto alla compagnia. Non è un gatto che necessita di grandi spazi perché passa la maggior parte del giorno spostandosi flemmaticamente da una stanza all’altra dormendo su ogni divano o poltrona di casa.

gattini persiani

Gatto persiano bianco (Foto©Pixabay)

Come allevare un gatto persiano

Allevare un gatto persiano in realtà è più semplice di quanto sembra, siccome è un gattone un po’ pigrone, quindi l’importante sarà assicurargli sempre un posticino dove riposare, del buon cibo e dell’acqua, spazzolarlo spesso, e soprattutto assicurargli coccole, soprattutto quando le richiede siccome è molto dolce e docile.

Alimentazione

L’alimentazione del gatto persiano deve essere abbastanza varia, predilige i cibi in scatola, ed i cibi secchi, ma va alimentato con altrettanti cibi freschi, ed inoltre il cibo fresco va tagliato a pezzettini visto che questi felini sono poco inclini alla masticazione, e l’acqua preferibilmente minerale, poiché l’acqua del rubinetto potrebbe essere piena di calcare.

Alloggio

Il gatto persiano può vivere tranquillamente in giardino e su un balcone, poiché gli si riservi uno spazio al caldo dove riposare, anche se è consigliato di tenerlo in casa, dato il suo temperamento e soprattutto perché manifesta poco il bisogno di uscire, se correttamente accudito e riverito.

Igiene e cura

Il gatto persiano richiede particolarmente una spazzolata al giorno, dato il suo lungo pelo, indispensabile per conservare la lucentezza del suo manto, inoltre è la pulizia, e quindi fondamentale è fargli il bagnetto.

La frequenza è dettata principalmente dall’ambiente e dalle frequentazioni del gatto: quello che vive esclusivamente in appartamento, va lavato una volta ogni due mesi, quello che vive in terrazza o in giardino almeno ogni 15 giorni.

È molto importante anche controllare settimanalmente l’interno delle orecchie dei gatti di razza persiana dove si forma spesso dello sporco, che va pulito per non creare problemi o fastidi al gatto, anche la pulizia degli occhietti è importante, che va effettuata almeno 2/3 volte al giorno.

gatto persiano prezzo

Gatto persiano grigio (Foto©Pixabay)

Addestramento

Non è facile addestrare un gatto, soprattutto un gatto persiano che è molto pigrone. Si può iniziare ad addestrare il gatto quando ha 4 mesi, quindi molto piccolino, assicurargli il cibo come premio, e rimproverarlo quando commette errori. Gli si possono insegnare molte cose, come dare il cinque, sedersi e se si ha molta pazienza, addirittura portarlo al guinzaglio per una passeggiata. Per evitare i graffi, invece, è bene comprargli un tiragraffi che può indurre il gatto ad utilizzarlo per farsi le unghie e a non rovinare la mobilia.

Accoppiamento

L’accoppiamento per il gatto persiano, dovrebbe essere fatto dopo i 12 mesi per le femmine, ed i 14/16 mesi per i maschi. Ma non è una regola generale, molti soggetti, infatti, possono essere già pronti anche a 6 mesi!

Malattie e cure

Oltre all’attacco da parte di pulci ed altri parassiti che vanno combattuti con i vari antiparassitari, il gatto persiano è soggetto ad altre malattie come ad esempio il rene policistico (PKD), per cui gli allevatori testano i propri riproduttori. Test grazie al quale ai giorni d’oggi è raro trovare un gatto positivo, anche perché le associazioni feline impongono l’obbligo del test genetico ai riproduttori che vengono ammessi alla riproduzione solo se negativi (e questi dati sono riportati nel pedigree).

Sono soggetti inoltre a malattie oculari, respiratorie, cardiache ed anche le palle di pelo, possono dar fastidio, poiché a volte esse si accumulano nello stomaco. Quando ciò accade, i gatti stanno male e possono esserci gravi conseguenze per la loro salute. Per eliminare i boli di pelo si può ricorrere alla pasta a malto o ad alcune piante, come la valeriana, che aiutano il gatto a spurgarsi.

persiano gatto

Gatto persiano (Foto©Pixabay)

Quanto vive in media

La vita del gatto persiano è molto lunga, infatti va dai 10 ai 17 anni.

Gatto persiano: Prezzo

Il prezzo del gatto persiano è abbastanza elevato, infatti oscilla dai 509 euro (da allevatori privati), ai 750 euro (da allevatori non privati).

10,30€
12,64€
disponibile
18 new from 10,00€
Ultimo aggiornamento il 27 Novembre 2021 23:38

Lascia un Commento