gatto korat prezzo

Gatto korat

Tra tutti i gatti ammalianti e dal carattere forte va annoverato senza alcun dubbio il gatto korat, un esemplare felino in miniature dalle idee chiare, testardo fino alla nausea e affettuoso. Un gatto non per tutti insomma ma solo per chi è disposto ad abbozzare un po’ di fronte all’assoluta prepotenza di questo esemplare giocherellone, affettuoso, intelligente, docile ma molto impegnativo.

Origini

Le origini del gatto korat affondano nella Thailandia del XIV secolo, in particolare è legato, come si evince dal nome, alla regione di Cao Nguyen Khorat, dove i felini in questione vengono chiamati “Si-Sawat” cioè portafortuna.

Questo piccolo tiranno dal pelo cangiante è allevato fin da tempi antichissimi e una testimonianza risale addirittura a un manoscritto del 1350. Al gatto korat sono legate numerose storie e leggende: in alcuni villaggi orientali questo è portato in processione per propiziare l’arrivo della pioggia. L’esemplare è arrivato negli Stati Uniti nel 1959 e dopo la prima coppia, Nara e Darra, è arrivato un subitaneo successo che lo ha diffuso in Europa nel 1972.

korat

Gatto korat (Foto©Pixabay)

Caratteristiche

Sebbene questo gatto sia impegnativo non desta sorpresa il fatto che sia tra i più scelti per le fattezze fisiche. Si tratta di una specie di taglia media/piccola dal corpo elegante e sinuoso ma muscoloso. Si questo corpo slim spuntano il caratteristico muso a cuore e due occhi a mandorla di un verde smeraldo. Ma la caratteristica principale del gatto korat è il manto cangiante che alterna il colore grigio silver a quello blue. Il pelo è brillante, soffice, privo di sottopelo e corto. Camminando si assisterà ad una vera e propria passerella di lucentezza, grazie anche al corpo atletico ed equilibrato.

Temperamento

Se siete pronti ad adottare un gatto korat allora è importante vi mettiate l’anima in pace: perché il carattere dittatoriale di questa specie lascerà poco spazio alla democrazia. E’ forte, autoritario e testardo e la mossa finale spetterà sempre a lui. Questa caratteristica non deve però spaventare i futuri padroni, dietro questo musetto dolce e autoritario si cela un gatto docile e intelligente che ama il contatto con gli altri, bambini compresi, e il gioco instancabile.

Questo felino si attacca al padrone in maniera possessiva e soffre di gelosia, ecco perché è sconsigliato adottarlo in presenza di altri animali. Una caratteristica che rende il gatto korat canino è il fatto che lo si possa portare facilmente al guinzaglio. Essendo una specie piena di energica vitalità stancarsi sarà utopia.

allevamento korat

Gatto di razza korat (Foto©Instagram-alessandrotaddeii)

Come allevare un gatto korat

Come già anticipato questo gatto è impegnativo e sceglierlo deve essere frutto di coscienziosa responsabilità. Tra maschio e femmina corre una differenza che va precisata necessariamente: l’esemplare maschio sarà più affabile e tranquillo mentre la femmina è indipendente e intraprendente, soprattutto se si tratta di fare dispetti in giro per casa.

Alimentazione

Come già anticipato il gatto korat ha una muscolatura possente racchiusa in un mini corpo snello ed equilibrato ed è per questo motivo che l’alimentazione va curata e misurata. Come specie felina è incline all’obesità. Oltre al cibo secco è consigliabile merluzzo o nasello al vapore, un rosso d’uovo ogni quindici giorni e un controllo costante dal veterinario. Soprattutto è importante non dimenticare che all’alimentazione equilibrata va abbinata una dose ricca e costante di attività fisica.

Alloggio

Il gatto korat sa adattarsi con disarmante facilità a tutte le condizioni abitative, e la sua priorità è avere un padrone che ne percepisca le esigenze e non una casa lussuosa. Se poi si ha a disposizione uno spazio ampio è ancor meglio a causa della sua esuberante vivacità. Che ci siano bambini in casa o meno, il gatto vorrà giocare costantemente ed è quindi consigliabile avere in casa quanti più giochi possibili per lasciare che la specie sfoghi la propria vivacità.

gatto razza

Gatti taglia piccola (Foto©Instagram-lbertoska80)

Igiene e cura

E se in linea generale questo gatto è un impegno costante, possiamo tirare un sospiro di sollievo per quanto riguarda la sua cura e igiene. Per il manto lucente, oltre al rosso d’uovo consigliato ogni 15 giorni, è importante utilizzare prodotti igienici neutri e una spazzolata a settimana da intensificare solo nei periodi di muta. Si consiglia, inoltre, il passaggio con un panno di daino che rimuove la polvere in modo delicato e una pulita a orecchie e occhi ogni settimana.

Attenzione al bagnetto: se si ha l’ambizione di lavarlo con acqua corrente è bene addestrarlo fin da piccolo a causa della sua poca simpatia nei confronti dell’acqua.

Addestramento

Si salvi chi può! Addestrare un gatto korat è un impegno costante, soprattutto se si ha in casa una femmina. In linea generale seguirà il padrone con fedeltà ma l’ultima mossa sarà sempre la sua. E’ una specie indipendente e sebbene riservi molte premure ai membri della famiglia, non sarà esente dal portare a termine marachelle e dispetti.

Accoppiamento

Questo gatto dominante ha bisogno di compagnia costante del padrone, causa un atteggiamento schivo e diffidente. Questo tipo di atteggiamento può palesarsi però nei confronti di un altro gatto ed è per questo che è bene lasciare che scelga il compagno da sé. Una volta individuato il compagno sarà semplice poi avviare l’accoppiamento. E’ sempre importante aspettare la maturità sessuale di entrambi per poter concepire in serenità. La gestazione dura due mesi.

gatti razze pelo corto

Korat gatto (Foto©Instagram-giorgia_gere)

Malattie e cure

E’ importante innanzitutto monitorarne alimentazione e forma fisica perché particolarmente incline all’obesità. Inoltre è necessario vaccinarlo contro le infezioni virali all’apparato respiratorio che costituisce un punto vulnerabile della specie. Questi gatti infatti devono evitare sbalzi termici a causa della facilità con la quale contraggono il raffreddore e conseguenti danni all’apparato. Una malattia genetica che sta negli anni sparendo è la gangliosidosi, che si manifesta a tre/quattro mesi e ne provoca la morte.

Quanto vive in media

L’impegno costante che richiede il gatto korat sarà ripagato da una manciata di coccole quotidiane. Se ben tenuto e curato l’aspettativa di vita di questo esemplare è di 12-13 anni.
korat: prezzo
La leggenda vuole che questo gatto, al quale è legata la fortuna, venga regalato e mai acquistato. In Italia inoltre è raro reperire allevamenti di gatti korat e in Thailandia è viva la leggenda secondo la quale il gatto non è oggetto di acquisto, ecco perché risulta difficile, se non impossibile, stilare un prezzo medio.

30,94€
disponibile
2 nuovo da 30,94€
Amazon.it
Spedizione gratuita
42,90€
disponibile
5 nuovo da 42,80€
1 usato da 27,50€
Amazon.it
Spedizione gratuita
15,50€
disponibile
11 nuovo da 8,29€
29,95€
disponibile
1 nuovo da 29,95€
1 usato da 26,27€
Amazon.it
Spedizione gratuita
25,29€
disponibile
1 nuovo da 25,29€
15 usato da 22,12€
Amazon.it
Spedizione gratuita
31,65€
disponibile
2 nuovo da 31,65€
Amazon.it
Spedizione gratuita
12,79€
15,69
disponibile
1 nuovo da 12,79€
1 usato da 12,53€
Amazon.it
Spedizione gratuita
7,49€
9,18
disponibile
3 nuovo da 7,49€
6 usato da 7,34€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 10 Agosto 2020 12:46

Lascia un Commento