gatto americano

American shorthair

L’american shorthair è un gattone poco agile legato ai primi coloni americani e il cui ruolo originario era quello di difendere le case dai roditori. Questo esemplare dal corpo massiccio è oggi largamente diffuso e apprezzato ed è in America largamente conosciuto. Il felino americano a pelo corto è stato definito gatto da lavoro a causa delle sue fattezze robuste ma oggi costituisce un’irresistibile amico da compagnia.

Origini

L’american shorthair affonda le proprie origini nel Nord America. Si narra infatti che la sua importazione sia dovuta ai primi coloni americani che trasportarono la specie sulla nota nave Mayflower. Questo gatto entrò immediatamente nelle simpatie di contadini e minatori e il loro ruolo era in difesa delle abitazioni, da cui scacciavano i roditori per salvaguardarne il cibo. Attualmente è la specie felina più diffusa in America e deve la sua evoluzione al XIX secolo, periodo nel quale ha rafforzato la struttura corporea. Il primo gatto di questa specie nacque nel 1904 da un incrocio tra un British shorthair e un gatto americano a pelo corto.

felino americano simile al gatto

American short hair

Caratteristiche

Questo gattone dal muso tondo ispira fiducia e simpatia ed è considerato un gatto da lavoro. Il corpo tozzo ne palesa la non troppa agilità ed è forse questa caratteristica a renderlo piacente agli occhi dei più. E’ robusto e proporzionato e di taglia medio/grande. L’american shorthair è massiccio e potente e la testa si presenta larga con muso tondo. Gli occhi e le orecchie sono ben grandi e distanziati. Il punto forte di questo felino sono le possenti zampe, grazie alle quali riesce a compiere balzi notevoli. Sebbene sia grosso e poco agile questo animale non risulterà mai sgraziato. Il manto, come si evince dal nome stesso, è corto, fitto e folto. Questo gli assicura protezione invernale dal freddo e dall’umido. Nel colore sono concessi tutti i mantelli tabby ma il grigio/silver è il più comune.

Temperamento

La diffidenza dei gatti è nota e l’american shorthair non è un’eccezione. Sebbene questa caratteristica possa riservare notevoli sorprese nei confronti del padrone, al quale sarà legato e fedele. L’esemplare da lavoro è nato per cacciare i roditori ma ad oggi è uno dei gatti da compagnia maggiormente apprezzati. Presenta un carattere intelligente e socievole e reagirà con vivace curiosità agli stimoli esterni. In casa andrà spesso in giro con sguardo vigile, proprio a causa della natura da predatore e guardiano. E’ adatto alle famiglie con bambini. E’ educato e ama le coccole.

Come allevare un american shorthair

Chiunque rimarrebbe affascinato di fronte ad un esemplare di american shorthair. Il corpo infatti lascia tutti col fiato sospeso tanto da sedurre chiunque. E’ difficile non  rimanerne estasiato e a voler rinunciare a portarlo con sé. Qui di seguito una serie di utili consigli per allevare al meglio il gatto dei coloni americani.

american shorthair cat

Gatti domestici razze (Foto©Instagram-american_shorthair_black.white)

Alimentazione

Come ogni animale che si rispetti è importante condurre un’alimentazione sana ed equilibrata. Il fatto che sia massiccio e di taglia grande e che tendenzialmente non ingrassi, non deve mai lasciare che si ecceda con le dosi. L’animale predilige la carne ma è bene anche inserire all’interno della sua alimentazione riso e verdure. Come ogni felino che si rispetti è famelico, per cui occhio alle porzioni. E’ bene stabilirne di volta in volta la quantità durante la crescita col proprio veterinario.

Alloggio

Questo predatore ama la casa tanto quanto l’aria aperta. All’american shorthair piace cacciare ed è bene quindi che abbia libertà di movimento sia in appartamento che in terrazza o giardino. Nel caso in cui sia all’esterno è importante tenerlo sotto stretta osservazione, soprattutto per quanto concerne le ferite. A casa ama essere stimolato e coccolato. Via alla tiragraffi, meglio se a più piani, giochi e coccole.

Igiene e cura

Questo gatto porta con sé una storia da gatto rude e forte per cui le cure necessarie si riducono all’osso. La particolarità sta nel manto, che va spazzolato una volta a settimana e 2 o 3 volte alla settimana durante la muta. Se il gatto è all’aria aperta è importante applicare sul mantello prodotti antiparassitari. Un’altra parte del corpo che richiede maggiori attenzioni sono le orecchie. E’ indicato abituarlo da piccolo al bagnetto, in caso contrario si rivelerà un’ardua impresa.

razze di gatti americani

American shorthair (Foto©Instagram-ladyuhura)

Addestramento

Questo felino dai 5 ai 7 kg è un concentrato di dolcezza. Sarà socievole con chiunque ma si concederà alle coccole solo con chi riterrà opportuno e il prediletto resterà il proprio padrone. Se si instaura da subito un legame solido, addestrarlo sarà un gioco da ragazzi e probabilmente anche più semplice. E’ importante sapere che non ama il bagnetto e sarà l’unico punto sul quale il rapporto padrone-felino può incrinarsi vertiginosamente.

Accoppiamento

Chi non vorrebbe in casa una cucciolata di piccoli american shorthair? Se l’obiettivo è una cucciolata allora bisogna sapere innanzitutto che la maturità del felino arriva verso il quarto anno di età ma già a partire dal primo anno sarà in grado di riprodursi. La gestazione dura 2 mesi e la cucciolata varia da 3 a 6 cuccioli. La femmina di questa razza non va fatta riprodurre prima dei 15-18 mesi. La cucciolata conta in media 4-5 gattini per parto.

Malattie e cure

Come ogni gatto che si rispetti è bene portarlo dal veterinario regolarmente, soprattutto per controllarne il peso e le orecchie. Proprio queste ultime sono la parte meno robusta e incline a contrarre malattie. Sebbene l’american shorthair sia un gatto che gode in generale di ottima salute, è bene non sottovalutarne mai i sintomi. Ha una minore tendenza a sviluppare i tumori e varie patologie tipicamente feline.

gatti americani razze

Gatto americano (Foto©Instagram-mayucat)

Quanto vive in media

Questo gatto, come anticipato sopra, è robusto e gode di ottima salute. Queste caratteristiche allungano di un po’ le aspettative di vita. L’aspettativa di vita di un American Shorthair ben tenuto e curato infatti oscilla dai 15 ai 20 anni.

Gatto americano: prezzo

Il prezzo di un american shorthair varia a seconda del pedigree e del tipo di esemplare. Quando parliamo di esemplari da esposizione sappiamo di dover fronteggiare un aumento del prezzo notevole. Il genere il costo va dai 500 ai 1500 a seconda dei casi, quasi sempre i costi elevati sono legati a esemplari da esposizione.

Lascia un Commento