advertisement

Coprofagia nei cani, cause e rimedi

Coprofago
advertisement

La coprofagia è un disturbo che fa impazzire moltissimi proprietari di cani, i quali non riescono proprio a spiegarsi come mai il proprio animale arrivi a mangiare le proprie feci (a volte addirittura anche quelle degli altri animali) spesso come se fossero un boccone gustoso.

I motivi per cui i cani attuano questo comportamento possono essere vari.

Vediamo quali sono rimedi e cause

Tra tutte le feci ingerite dai cani, quelle di gatto sono sicuramente tra le favorite, tanto che anche un cane che non soffre di coprofagia potrebbe arrivare ad assaggiarle se ne ha occasione.

Il motivo è semplice, i gatti mangiano cibo più saporito e contenente più sale rispetto ai cani, così quest’ultimi riescono con il loro olfatto a captare anche nelle feci l’odore di tale cibo e ne sono terribilmente attratti.

Se in casa avete anche gatti oltre ai cani, spostate la loro lettiera in un luogo accessibile solo dai gatti.

mangiare escrementi
Coprofagia (Foto©Instagram-elmundodelperro)

I vari tipi di coprofagia

I tipi di coprofagia si distinguono in base alla provenienza delle feci che il cane preferisce ingerire.

Questi sono tre:

  • Autocoprofagia, si delinea quando il cane ingerisce principalmente le proprie feci;
  • Coprofagia intraspecifica, si delinea quando il cane ingerisce principalmente le feci di altri cani, che possono essere conosciuti o sconosciuti, ovvero di individui della sua stessa specie;
  • Coprofagia interspecifica, si delinea quando il cane ingerisce principalmente le feci di altri animali, ad esempio gatti, uccelli, conigli, mucche, cavalli, etc.

Le cause della coprofagia

Le cause di tale comportamento nei cani sono molte e varie. Possono essere divise in cause mediche e comportamentali.

Le cause mediche avvengono in casi abbastanza rari e sono:

  • Carenze dietetiche, certe volte la dieta del cane può non essere ben bilanciata o del tutto sufficiente per dargli i nutrienti di cui ha bisogno per crescere, per questo motivo l’organismo dell’animale, che richiede tali nutrienti, lo spingerà ad andare a cercare altrove, cioè nelle feci.
  • Problemi patologici a carico dell’apparato gastrointestinale, in questi casi la coprofagia si accompagna alla diarrea ed è quindi molto più semplice da individuare; alcuni dei problemi che possono portare a coprofagia riguardano il pancreas, il fegato e l’intestino, compresa la sindrome da malassorbimento che affligge molti cuccioli; rivolgetevi al vostro veterinario di fiducia per saperne di più.

Le cause comportamentali sono invece molto più comuni e riguardano spesso errori nell’educazione da parte dei proprietari, ovviamente errori che si ripetono più di una volta durante il processo educativo, in nessun caso è possibile che sia un solo episodio a scatenare la coprofagia. Queste cause sono:

advertisement
  • Un errato processo educativo riguardo i bisogni, il cane può diventare frustrato e stressato quando non gli viene spiegato e non capisce chiaramente dove può fare e dove non deve fare i bisogni corporali. L’animale teme di sporcare in un posto sbagliato e di far arrabbiare i suoi umani, quindi tenderà a cercare di nascondere le prove, mangiando le proprie feci.
  • Scarsa attenzione o distrazione eccessiva del proprietario nei riguardi del cane, l’animale cerca in questo caso di attirare l’attenzione, ma spesso manifesterà altri comportamenti inadeguati prima di arrivare alla coprofagia. Se notate che il cane lo fa solo mentre è con voi, solo se lo guardate e vi sembra che voglia essere sgridato, probabilmente cerca di farvi accorgere di lui.
  • Deprivazione di stimoli vari, spesso i cani tenuti molto tempo in casa, senza una buona dose di socializzazione e di sfogo con i loro simili, senza che vengano proposti loro giochi e attività di varia natura, si sentono destabilizzati, la loro vita non è abbastanza soddisfacente e per questo possono diventare coprofagi.
mangiare cacca
Mangiare feci (Foto©Instagram-adestradorjoeabiko)

In determinate circostanze, la coprofagia è fisiologica, cioè non può essere evitata e non deriva da cause esterne.

Alcuni di questi casi sono:

  • Femmine che hanno appena partorito, cani in questa situazione non mangiano feci per i motivi elencati precedentemente, ma le mangiano al solo scopo di tenere pulita la tana dove vivono con i loro cuccioli, specialmente durante i primi giorni in cui riescono a muoversi poco.
  • Cuccioli che imitano le madri, come conseguenza dell’osservare le madri che lo fanno, molti dei cuccioli apprenderanno per imitazione questo comportamento, ma è del tutto normale e tende a scomparire durante i primi mesi di vita.
  • Cani randagi o abbandonati a loro stessi, questi cani sono spesso incapaci di procurarsi del cibo e pur di nutrirsi mangiano le feci, soprattutto di altri animali, che trovano allo scopo di nutrirsi con i materiali non ancora digeriti presenti in esse.

Perché il cane mangia gli escrementi

Se siete disperati e siete arrivati alla conclusione che il vostro cane stia attuando questo comportamento per farvi un dispetto, sappiate che non è così, sbagliate a pensare che abbia qualcosa contro di voi perché i “dispetti” dei cani non sono altro che manifestazioni di un disagio che stanno provando. Il comportamento in questione è spesso sintomo di errate condizioni ambientali o relazionali in cui un cane viene cresciuto; non si risolverà se non si risolvono le suddette circostanze e potrebbe addirittura evolversi in un disturbo cronico trasformando effettivamente la vita di tutti i giorni in un incubo.

Come eliminare la coprofagia nei cani

Alla luce di quanto detto finora, potrebbero esserci moltissime soluzioni al problema della coprofagia. Sicuramente il primo passo da fare è rivolgersi a un veterinario e a un addestratore cinofilo esperto, che dovrebbero riuscire insieme ad arrivare a diagnosticare la causa precisa e di conseguenza la migliore terapia.

La maggior parte delle terapie si basano sull’attenuare l’ansia che il proprietario potrebbe provare non sentendosi all’altezza nell’educare il cucciolo, oppure sulla modifica dei comportamenti sbagliati che si mettono in atto.

L’obiettivo è riuscire a instaurare un rapporto sereno ed equilibrato con il proprio cane, il che potrebbe portare anche a modificare il problema della deprivazione di stimoli.

Un proprietario più rilassato e a suo agio con il cane sarà sicuramente più incline a fare molte attività in compagnia del suo animale, piuttosto che sentirsi nervoso anche solo per portarlo a passeggiare.

Una cosa che va assolutamente evitata in ogni caso è il continuo rimprovero del cane, soprattutto con atteggiamenti molto aspri o violenti, poiché non porterebbe a nulla se non a un peggioramento della situazione.

Una soluzione temporanea invece potrebbe essere di mettere la museruola al cane quando si trova in ambienti in cui rischia di trovare delle feci.

advertisement
16,75€
disponibile
20 new from 12,90€
as of 28 Settembre 2022 11:28
24,90€
disponibile
as of 28 Settembre 2022 11:28
24,70€
disponibile
3 new from 24,70€
as of 28 Settembre 2022 11:28
37,08€
disponibile
5 new from 37,08€
as of 28 Settembre 2022 11:28
19,00€
20,00€
disponibile
9 new from 19,00€
as of 28 Settembre 2022 11:28
17,86€
disponibile
6 new from 17,86€
6 used from 16,61€
as of 28 Settembre 2022 11:28
19,99€
25,90€
disponibile
5 new from 19,99€
as of 28 Settembre 2022 11:28
Ultimo aggiornamento il 28 Settembre 2022 11:28

Lascia un Commento

WordPress Image Lightbox