cane lupo cecoslovacco

Cane lupo cecoslovacco

È una razza canina di taglia medio-grande, piuttosto recente e appartenente al gruppo dei cosiddetti bovari e pastori. Tale razza è nata da un esperimento militare condotto nel 1955 nell’allora Cecoslovacchia, dall’incrocio di esemplari di Pastore Tedesco da lavoro e lupi euroasiatici.

L’obiettivo era quello di aiutare le guardie di confine nella difesa territoriale, pertanto si scelse di creare una razza ibrida, che avesse la mentalità e l’addestrabilità di un cane e la forza e la resistenza di un lupo. Fu ufficialmente riconosciuta come razza nazionale in Cecoslovacchia nel 1982, mentre nel 1999 si è arrivati al riconoscimento mondiale della razza.  Oggi questo animale viene impiegato dalla Protezione Civile e dal Soccorso Alpino per spedizioni di ricerca e salvataggio.

Caratteristiche del lupo cecoslovacco

Nell’aspetto questo esemplare ricorda il lupo in tutto e per tutto.  Ha un corpo armonioso, ben strutturato e muscoloso. La testa è simmetrica e presenta occhi piccoli e obliqui, leggermente a mandorla, di color ambra. Le orecchie sono piccole, triangolari e sottili mentre e le zampe moderatamente arcuate con forti unghie nere. La coda è attaccata alta al busto e viene portata, generalmente bassa; solo in momenti di eccitazione viene sollevata a falcetto. Il pelo è forte, liscio e molto folto, soprattutto durante in inverno. Il colore del mantello va dal grigio-giallo al grigio argento, con caratteristica maschera chiara. Il peso orientativo è di 20-25 kg e l’altezza al garrese è di circa 60-65 cm. Le femmine raggiungono valori leggermente più bassi.

lupo cecoslovacco prezzo

Lupo cecoslovacco cucciolo(Foto©Pixabay)

Come allevare un lupo cecoslovacco

Allevare un cane lupo cecoslovacco non è da tutti, è un compito impegnativo che richiede abilità, costanza e determinazione. Si tratta di una razza diffidente e molto attenta all’ambiente circostante, sospettosa con gli estranei e al tempo stesso legatissima ai proprietari. Come tutti i cani, infatti, sviluppano un forte attaccamento verso il proprio padrone, basato sulla fedeltà e la lealtà reciproca. Tale attaccamento, però, può diventare quasi morboso se non adeguatamente controllato.

Una caratteristica importante è la voglia e la necessità del cane di “fare”, di sentirsi impegnato e di realizzarsi attraverso le sue capacità, con o senza il proprietario. È importante tener conto della sua discendenza diretta con il lupo che si manifesta nella reazione istintiva di attacco/fuga: si muove guardingo, studiando con attenzione l’ambiente, ma non attacca mai per primo se non ritiene di rilevare una minaccia.

Essendo un animale da branco, soffre la solitudine. È necessario abituarlo nella maniera corretta a momenti di separazione dal gruppo e, soprattutto per i cuccioli, si consiglia di non prolungare gli intervalli di separazione oltre le 3-4 ore. Non è un cane di immediata socievolezza e le esperienze delle prime settimane di vita sono fondamentali per sviluppare capacità di adattamento ai contesti urbani. Pertanto un impegno dei primi mesi è quello di sottoporre l’animale ad un graduale processo di socializzazione, abituandolo a persone diverse, luoghi più o meno caotici, rumori e viaggi in auto. Per i viaggi in auto, in particolare, è consigliabile essere muniti di un robusto trasportino, sia per la sicurezza del cane in viaggio, sia per poter lasciare il cane in auto per i brevi momenti necessari, senza che questi si possa far male e fare danno all’auto cercando di raggiungere il padrone.

Alimentazione

Il cucciolo ha una crescita molto rapida e, nella prima fase di vita, necessita di alimentarsi 3 o 4 volte al giorno con pasti a piccole razioni, così da poter essere digeriti facilmente. È necessaria un’alimentazione equilibrata in grado di apportare la giusta quantità di proteine, minerali, vitamine e grassi, equilibrando gli apporti di calcio e fosforo. Dai 7 ai 15 mesi si completa lo sviluppo del cucciolo e le esigenze nutrizionali divengono più moderate: i pasti giornalieri si possono ridurre a due. Si consiglia di dare crocchette il primo anno di vita, per poi passare ad una dieta B.A.R.F. (Biologically Appropriate Raw Foods) ovvero cibo crudo.

cucciolata lupo cecoslovacco

Allevamento lupo cecoslovacco(Foto©Pixabay)

Alloggio

Questo esemplare si adatta alla vita domestica, può essere cresciuto e tenuto in casa con la giusta educazione. Anche con i bambini sviluppa un legame di affetto e protezione, a patto che si abitui fin da piccolo alla loro presenza. Si tratta, tuttavia, di un cane molto dinamico e attivo. Ha bisogno di correre, muoversi ed essere continuamente stimolato perché tende ad annoiarsi presto dei soliti giochi ripetitivi.  È importante, pertanto, portarlo fuori e fargli fare lunghe passeggiare per evitare che sia meno irruento in casa. Non è adatto, pertanto, a chi non ha tempo da dedicargli o poco spazio all’esterno. Il CLC, inoltre, non tollera il caldo eccessivo: evitare di tenerlo il luoghi eccessivamente caldi.

Addestramento

L’addestramento per questo esemplare è di primaria importanza e bisogna stabilire fin da subito le regole che governano gli spazi, le risorse e i rapporti sociali. Il cucciolo deve riconoscere nel proprio padrone la figura leader, di capo branco. Non è facile meritarsi questa qualifica agli occhi del cane; soprattutto i maschi possono essere più dominanti e ben poco docili. Gli step da seguire per l’addestramento sono i canonici tre: comando, esecuzione corretta del comando e premio. Si consiglia, però, di impartire i comandi poco alla volta, intervallando 5 minuti di ordini da eseguire e 10-15 minuti di corsa o riporto. Un’altra tecnica di addestramento è insegnargli a seguire piste odorose, nascondendo persone e oggetti che il cane dovrà ritrovare fiutando.

cane cecoslovacco

Lupo cecoslovacco(Foto©Pixabay)

Malattie

Il lupo cecoslovacco non soffre generalmente di problemi gravi, la percentuale di tumori  è molto bassa. La razza è molto sana e longeva tuttavia le principali malattie sono: la displasia dell’anca e del gomito (un disturbo delle articolazioni posteriori), la mielopatia degenerativa, la stenosi sub-aortica e il nanismo ipofisario. Altre patologie sono l’insufficienza pancreatica endocrina e disturbi dell’assorbimento, considerate malattie con una componente ereditaria. Sono segnalati, poi, disturbi della sfera alimentare, come allergie o intolleranze croniche, ed alcuni  sporadici casi di epilessia idiopatica.

Cane lupo cecoslovacco: prezzo

A causa della sua scarsa diffusione, almeno in Italia, i prezzi sono abbastanza alti: si parte da 1.000 euro per un cucciolo, fino a 2.500 euro.

Lascia un Commento