cani golden retriever

Allevare Golden Retriever

E’ impossibile non innamorarsi di un cane dal mantello d’oro a cui è abbinato un carattere di tutto rispetto. Bello, amichevole con gli altri cani, docile e amorevole con chiunque, soprattutto coi bambini, il golden retriever risponde alle caratteristiche dei più e svetta nella classifica delle razze canine maggiormente apprezzate.

Negli ultimi tempi acquistato anche come cane da compagnia, questo esemplare nasce, come si evince dal nome, come prezioso cane da riporto.

Origini

L’origine del golden retriever è un mistero a 4 zampe: il riconoscimento della razza di origine scozzese è infatti abbastanza recente ma della sua storia precedente non si sa quasi nulla.

Sulle origini vi sono suggestive leggende e la più nota risale al 1858, quando un Lord si innamorò di una coppia di pastori del caucaso dal mantello chiaro che aveva visto lavorare in un circo. Li acquistò entrambi e dalle cucciolate tenne solo i piccoli dal manto golden, contribuendo alla scrematura della razza. Un’altra accreditata storia è che la razza sia frutto di un incrocio tra un flat coated retriever e il tweed water spaniel.

cane golden

Cane golden retriever (Foto©Pixabay)

Descrizione

La caratteristica principale di questo splendido esemplare è il mantello d’oro ma  è necessario fare un appunto: questo infatti nulla ha a che vedere col nome golden retriever che non si si rifà al manto ma all’etimologia della parole: prezioso cane da riporto. La corrispondenza con il colore del mantello, infatti, è casuale. E’ inoltre possibile distinguere il tipo canadese, britannico e statunitense. In natura, sebbene sia largamente diffuso di color oro, esiste anche panna e crema.

Caratteristiche

L’aspetto generale del golden retriever è simmetrico e ben delineato nei movimenti. Questo cane rientra tra le razze grandi e oltre al manto, che costituisce la caratteristica portante della razza, anche gli occhi rappresentano un vero fiore all’occhiello: l’irresistibile espressione giudiziosa è docile e intelligente.

La testa è ampia e ha un taglio molto marcato; il cranio è lungo quanto il muso. Le orecchie sono pendenti e di medie dimensioni mentre la coda è abbastanza lunga e raggiunge il garrese senza mai arricciarsi. Il peso va dai 24 ai 32 kg, distribuiti su un altezza al garrese che oscilla dai 50 ai 60 cm. Questo definito esemplare è un robusto e resistente compagno di passeggiate per i più giovani oltre che un ausiliario prezioso per i cacciatori.

Temperamento

Il golden retriever risponde alle esigenze di tutti i padroni ed è largamente diffuso ormai anche come cane da compagnia. Questa razza è estremamente amichevole e fiduciosa. Si sente parte integrante della famiglia e al golden retriever vanno dedicate moltissimo tempo e affettuose cure.  In quanto cane affettuoso dalla spiccata predisposizione al lavoro, vuole sentirsi utile e partecipare a qualsiasi attività possibile.

Di fronte alla concezione di cane/ peluches, considerato soltanto bello, diventerà testardo, caparbio e disobbediente. Caratteristiche che ben si discostano dal naturale temperamento del golden retriever.

cane retriever

Golden retriever (Foto©Pixabay)

Golden retriever: rapporto con il padrone

Come già anticipato questo cagnolone è in assoluto tra le razze maggiormente docili e affettuose. Questo instancabile lavoratore farà incetta di coccole e seguirà il padrone con vivace dedizione. Il rapporto richiesto, a fronte di un fedele amico di lavoro, coccole e compagnia, deve essere reciproco. Nel caso in cui questo dovesse sentirsi escluso o allontanato diventerà intrattabile, disobbediente e caparbio.

Golden retriever: rapporto con i bambini

Una delle caratteristiche che fa svettare il golden retriever in cima alla classifica dei cani popolari è l’affetto che nutre nei confronti dei bambini. Spinto da un naturale protezionismo e da uno spiccato senso del dovere, questo esemplare renderà la vita dei più piccoli quanto più allegra e sicura possibile.

Golden retriever: rapporto con gli altri

Oltre che vivace, affettuoso e docile con il padrone e soprattutto coi bambini, il golden retriever riserva senza remore gioiosa compagnia anche agli altri membri della famiglia e agli estranei. E’ escluso che possa considerarsi cane da guardia in quanto il suo naturale carattere gioviale e socievole potrebbe renderlo vulnerabile di fronte a perfetti sconosciuti.

Golden retrieve: il rapporto con gli altri cani

Se l’idea è quella di acquistare in golden retriever ma in casa la presenza di altri cani rende l’interrogativo sull’acquisto fuorviante, è importante sapere che questa razza dal carattere estremamente docile è di ottima compagnia anche con gli altri esemplari. La parola d’ordine del golden retriever è senza dubbio: convivialità.

Come allevare un Golden retriever

Scegliere di acquistare un esemplare di golden retriever è ormai inflazionato. L’obbedienza e la compagnia di questo cane, oltre che la flessibilità in vita comune, rende la razza tra le maggiormente apprezzate. Sebbene sia accondiscendente ed affettuoso è importante che questo cane possa avere la giusta quantità di attività fisica, una vivace stimolazione intellettuale e tanta, tantissima compagnia.

golden retriever carattere

Golden retriver (Foto©Pixabay)

Alimentazione

Questo gigante dal cuore d’oro necessita di una dieta bilanciata per evitare l’obesità. La sua razione giornaliera è idealmente divisa in due pasti. Innanzitutto è necessario dare al golden retriever pasti di elevata qualità, da favorire sono le crocchette. La razione poi sarà da stabilire in base al peso, all’età e all’attività fisica svolta quotidianamente.

Alloggio

Questo cane da compagnia, riporto e lavoro è un instancabile amico. Sebbene anche l’appartamento possa rispecchiare l’alloggio giusto per un golden retriever è da preferire la disposizione di spazi aperti e ampi specchi d’acqua. Questo cane infatti necessità di una frequente attività fisica e costringerlo in appartamento senza farlo scorrazzare in giro potrebbe favorire l’obesità e un principio di depressione.

Il retriever ama essere coinvolto in attività che vede unita la famiglia, di cui si sente membro effettivo e parte integrante. L’acqua poi è un elemento irrinunciabile per questa specie ed è preferibile avere a disposizione un ampio specchio d’acqua dove poter lasciare libero di agire l’esemplare. Nonostante ciò questo esemplare si abitua facilmente alla vita d’appartamento ma questo non esclude l’apprezzamento di lunghe passeggiate che svolgerà sempre ben volentieri.

Igiene e cura

Quando si parla di igiene e cura di un golden retriever il primo pensiero è rivolto all’ampio manto oro di cui è dotato. Questo ha sottopelo e quindi si raccomanda di spazzolarlo ogni giorno per evitare che si annodi.

Durante il periodo di muta è necessario intensificare la pratica con vigorose spazzolate. Il manto è però autopulente ed è sufficiente quindi un bagno ogni 3 mesi e la toelettatura è da preferire fatta da un professionista.

Le unghie del golden retriever cresceranno velocemente ed è bene quindi tagliarle regolarmente.

Addestramento

Prima di addestrare un golden retriever è importante dedicarsi all’educazione dell’esemplare fin dai primi mesi, momento in cui il cane è maggiormente ricettivo. Un buon apprendimento delle regole permetterà di costruire un rapporto solido col padrone e tesserà un’ottima base sulla quale cominciare l’addestramento. Innanzitutto in acqua si scopriranno abili nuotatori, in quanto il loro ruolo in  passato richiedeva riportassero gli uccelli acquatici uccisi sulla terraferma.

E’ quasi impossibile infatti trovare un esemplare di golden che si rifiuti di interagire con l’acqua. Tuttavia è necessario da cucciolo stabilire un rapporto graduale con questo elemento evitando che resti traumatizzato. A

causa del sottopelo è riparato dal freddo per cui anche in inverno è bene non negargli un bagno.Una volta stabilito il legame col partner sarà pronto a diventare un abile cacciatore, cane da riporto e fermo.

golden cucciolo

Cane golden retriever cucciolo (Foto©Pixabay)

Accoppiamento

Estremamente socievole con gli altri cani, il golden retriever è sicuramente un conquistatore nato. Scegliere il partner sarà un gioco da ragazzi grazie alla sua straordinaria socialità. Una volta individuato il cane, il golden retriever partirà con il corteggiamento e la successiva monta che, se andata a buon fine, porterà ad una gestazione di 58/68 giorni dopo di ché si avrà una splendida cucciolata di batuffoli color oro da investire quasi immediatamente con le coccole, affinché sviluppino la loro naturale socialità.

Malattie e cure

Il golden retriever entra di diritto nella classifica dei cani robusti in termine di salute. Questo però può trovarsi vulnerabile di fronte a disturbi fastidiosi come la displasia dell’anca, malattia genetica particolarmente diffusa.

Per allevare un golden sano e robusto è necessario monitorare l’attività fisica dell’esemplare e la sua alimentazione. Questo cane ama l’acqua ma è necessario preoccuparsi di asciugare bene il pelo e la coda per evitare che i muscoli si contraggano in modo doloroso.

Golden Retriever vs. Labrador Retriever

Considerati spesso cugini andiamo ad analizzare analogie e differenze che ci esistono tra golden retriever e labrador retriever.

Così come il cugino labrador, il golden retriever ha una vera passione sfegatata per il lavoro in acqua. Entrambi dispongono di ottime difese naturali contro freddo e umido e il loro pelo è impermeabile e il grasso sottocutaneo lo protegge anche dalle temperature più rigide. Il manto, che costituisce per entrambi un punto di forza, è solo di colore oro, lungo, piatto e ondulato nel golden retriever mentre può presentarsi nero, cioccolato o giallo/fulvo, liscio, corto e duro nel labrador.

golden retriever cuccioli

Golden retriever cucciolo (Foto©Pixabay)

Quanto vive in media

Questo cane dalla robusta salute è abbastanza longevo. Se il golden retreiver è ben tenuto e curato, soprattutto in termini di attività fisica e alimentazione, ha un’aspettativa di vita di 15 anni.

Golden retriever: prezzo

Un cucciolo di golden retriever è largamente richiesto. Ecco perché bisogna sempre tenere sotto controllo il pedigree e affiancarsi a professionisti certificati. Un cucciolo di golden ha un prezzo base di 500 euro e può raggiungere anche i 1.100.

Lascia un Commento