cuccioli di carlino

Carlino

Quando si dice molosso, si pensa immediatamente ad un cagnone da stature imponenti. In natura in realtà esistono mini molossi che non differiscono dai cani di razza grande per lealtà e coraggio. Questi esemplari sono da compagnia e in natura ne troviamo principalmente tre: sharpay, carlino e bulldog francese. Il carlino è un cane dalla razza orientale e riconoscibile dalle tradizionali rughe definite e la voglia di sonnecchiare sempre al fianco del proprio padrone. L’attività fisica è quell’elemento di cui il cane può fare tranquillamente a meno.

Origini

Secondo alcuni storici la razza ha origine in Asia centrale, in realtà cinese o giapponese ma non ci sono testimonianze scritte. Questi erano molto amati dai mandarini e nell’impero mongolo il cane si diffuse rapidamente e i cavalieri di Gengis Khan lo importarono in Europa. Pare che la razza sia rimasta immutata nei secoli. In opere del 600 e del 700, ma anche in quelle medievali, si vede la stessa struttura attuale del carlino. Uno dei pochi cani a non aver subito modifiche nei secoli.

carlino nano

Cane carlino foto (Foto©Pixabay)

Caratteristiche del cane pigrone

Il carlino è un mini molosso dal muso corto e schiacciato. La caratteristica principale di questo cane è costituita dalle rughe definite di cui è dotato. La struttura è piccola e muscolosa e il risultato è leggermente goffo nei movimenti; il carlino tende infatti a camminare a gambe parallele e a ciondolare. Questo grazioso molosso infatti rientra di diritto tra i più teneri e simpatici cani di taglia piccola. Il pelo è corto e richiede pochissime attenzioni. L’altezza al garrese non supera i 32 cm e il peso oscilla tra i 6 e gli 8 kg.

In generale, fatta eccezione per l’apparato genitale, tra un’esemplare maschio e un’esemplare femmina non vi sono grandi differenze. Il colore originario prevede il manto color argenteo con strisce nere sul dorso. Da questi derivano i soggetti fulvi: che variano dall’albicocca al crema mentre più recente è il carlino nero.

Temperamento

La forte umanizzazione di questa razza lo rende il compagno ideale. Il comportamento del carlino è docile, pigro per nulla aggressivo. Possiede un forte senso del branco e della gerarchia e gli anziani saranno rispettati e onorati. I cuccioli non devono svolgere troppa attività fisica ma non sarà un grosso sacrificio per il carlino che ama poltrire in casa accanto al padrone. Il moto eccessivo è, infatti, sconsigliato. Questo cane è generalmente consigliato per le persone anziane ma non disdegnano la compagnia e la vivacità di nuclei familiari allargati e bambini. Sarà solito stancarsi in fretta e molto rapido nel trovare un posticino nel quale sonnecchiare.

Come allevare un carlino pug

Come già anticipato questo cane non richiede particolari attenzioni. Le sue richieste si limiteranno infatti a mangiare e a un posto dove riposare ma non dovrà essere un modus vivendi costante che porta il cane poi all’obesità. E’ importante quindi dare cure necessarie al carlino ed evitare di adottare un’esemplare solo per le poche cure di cui necessita e la taglia toy. E’ pur sempre un nostro fedele alleato e non un peluches.

Alimentazione

Questo piccolo cane dall’aspetto buffo e poco incline al movimenti dovrà seguire sempre una dieta bilanciata ed equilibrata. Tendono facilmente ad ingrassare e questo può risultare dannoso per la salute. Ecco perché è importante affiancarsi al proprio veterinario e scegliere il giusto dosaggio da somministrare. Assolutamente vietati gli eccessi, anche perché il carlino non farà assolutamente nulla per smaltirli.

carlini cuccioli

Carlino cane foto (Foto©Pixabay)

Alloggio

Inutile dirlo ancora: il carlino è un cane toy. Si considera da borsetta, da passeggio, da appartamento e necessita di uno spazio notevolmente ridotto. Non sono richiesti grandi appartamenti, ampi terrazzi o giardini. Al carlino interessa ci siano una sedia, un divano o una poltrona. Persino un tappetto. A questo cane andrà bene qualsiasi potenziale postazione pisolino e nient’altro. E’ un cane calmo e affettuoso e non sentirà la necessità di scorrazzare in giro, amerà piuttosto sonnecchiare sulle gambe del proprio padrone.

Igiene e cura

Anche quando si parla di igiene e cura possiamo definire il carlino un cane veramente smart. Basterà qualche spazzolata veloce e un bagno non più di due volte l’anno. Escluso il periodo della muta perde pochissimo pelo e c’è da dire che dal punto di vista igienico il carlino è un vero principe. Sporcherà il meno possibile ed è abituato alla costante pulizia. Consigliata sempre la pulizia di orecchie, denti e rughe.

Addestramento

Il fatto che sia docile, pigro e accondiscendente non implica il fatto che il carlino non vada addestrato. Ogni cucciolo gode di una propria personalità e pertanto richiede attenzioni e cure. Questo cane dovrà evitare una faticosa attività fisica ma non per questo dovrà impigrirsi del tutto. E’ importante quindi abituarlo a passeggiate tranquille ma costanti. E’ necessario inoltre che stia da subito a contatto con le persone affinché possa affinare la sua già spontanea socialità e in linea generale, una volta instaurato il rapporto col proprio padrone, sarà obbediente e mansueto.

razza carlino

Carlini cani (Foto©Pixabay)

Accoppiamento

Per avere dei mini molossi in famiglia è necessario attendere il raggiungimento della maturità sessuale del carlino: questo esemplare raggiunge la maturità intorno all’anno di vita e una volta scelto il proprio partner potrà eseguire la monta. A differenza di altre razze il parto di questo cane è spesso complicato e richiede il parto cesareo. La gestazione oscilla tra i 58 e i 68 giorni.

Malattie e cure

Sebbene questo cagnolino sia resistente e abbia una aspettativa di vita longeva, vi sono una serie di malattie genetiche che può contrarre con maggiore facilità. Tra queste troviamo la cataratta, l’ulcera della cornea, la displasia dell’anca e un’alta incidenza di allergie cutanee e respiratorie. Quest’ultima non deve però non deve essere confusa col regolare rantolo, simile a suono asmatico, che emette per respirare. Il problema agli occhi è invece dovuto spesso al fatto che, essendo un cane rugoso, queste creino problemi in viso.

Quanto vive in media un carlino

La caratteristica genetica di questo esemplare è che le femmine hanno un’aspettativa di vita più longeva rispetto agli esemplari maschi. In genere questo resistente molosso vive in media 12-15 anni.

cani carlino prezzi

Carlino toy (Foto©Pixabay)

Carlino: prezzo

Questo piccolo esemplare si è diffuso largamente negli ultimi periodi e il prezzo per l’acquisto di un carlino si aggira intorno agli 800 euro.

cane carlino prezzo

Cane razza carlino (Foto©Pixabay)

60,77€
61,37
disponibile
3 nuovo da 60,77€
Amazon.it
Spedizione gratuita
35,08€
disponibile
2 nuovo da 29,99€
1 usato da 23,75€
Amazon.it
Spedizione gratuita
32,99€
disponibile
1 nuovo da 32,99€
1 usato da 30,68€
Amazon.it
Spedizione gratuita
5,79€
7,09
disponibile
3 nuovo da 5,77€
Amazon.it
Spedizione gratuita
8,99€
disponibile
5 nuovo da 8,99€
1 usato da 8,32€
Amazon.it
Spedizione gratuita
20,29€
disponibile
1 nuovo da 20,29€
Amazon.it
Spedizione gratuita
12,75€
12,90
disponibile
1 nuovo da 12,75€
Amazon.it
Spedizione gratuita
50,10€
54,00
disponibile
4 nuovo da 49,39€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 10 Agosto 2020 14:12

Lascia un Commento