american bull

America bully

Ti sembrerà un cane minaccioso al quale non ti potrai avvicinare, ma è solo apparenza. L’American Bully è uno dei cani tra i più socievoli, semplicemente nasconde questa caratteristica con un’ ampia stazza muscolosa. Ecco quindi che si dimostra la migliore soluzione per chi vuole un cane da guardia, ma allo stesso tempo un vero amico da poter tenere in casa con la famiglia e i bambini. Andiamo a scoprirlo nei minimi dettagli e varianti.

Origini

Le origini di questo cane tutto muscoli sono alquanto recenti, tanto che appaiono i primi esemplari negli anni ’90 e il suo riconoscimento nell’ ABKC (American Bully Kennel Club) e, successivamente, nell’ EBKC (European Bully Kennel Club) è avvenuta solo nel 2013. È un cane tutto americano, si nota fin subito dalle sue caratteristiche fisiche, ma soprattutto elaborato nei minimi dettagli, quasi come se tutto fosse avvenuto in laboratorio.

Con questo cane si volle rispondere a una specifica esigenza, ovvero quella di possedere un cane docile, da compagnia come un tenero Labrador, ma che avesse un aspetto forte e resistente. Per fare ciò si incrociarono principalmente due razze: Amestaff e Staffy, ne uscì un cane robusto e dalla testa grande, ma con un ottimo carattere. In America diventò subito di moda, tanto da attirarsi un nomignolo: “Bully style pit bull”. Non era altro che il genitore del cane che tutti noi conosciamo e apprezziamo.

bully cane

American bully cuccioli (Foto©Instagram-dex_americanbulldog)

Caratteristiche

Di American Bully ne esistono veramente tanti, di tutte le taglie e di tutti i colori. Nonostante ciò, la tipologia maggiormente riconosciuta è quella standard. Le sue caratteristiche fisiche mostrano il lato più forte e tenace, quasi indistruttibile. Salta subito agli occhi il testone che questo fedele amico possiede, ben proporzionato al petto ampio. Tutto questo ammasso di muscoli è racchiuso in pochi cm, infatti il maschio dovrebbe essere alto dai 43 ai 51 cm al garrese, mentre la femmina non supera i 48 cm né i 41 cm al garrese. Un cane piccolo nel quale è concentrata una grandissima energia, non male. Per quanto riguarda il manto i colori disponibili sono veramente moltissimi, ma quello più popolare è quello fulvo.

Temperamento

Il temperamento di questa razza è perfettamente bilanciato con il suo aspetto fisico, infatti questo cane è fedele, socievole, leale e capace di donare tanto amore ai membri della famiglia. Non te lo aspetteresti mai, è vero, ma non si può dire non sia la combinazione perfetta, forse quella che lo rende così speciale.

Come allevare un american bully

I fattori importanti che determinano un buon allevamento di questa razza sono: educazione e socializzazione. Ho già detto che questo cane è dotato di un ottimo carattere che lo rende un cane per famiglie, nonostante ciò non possiamo non notare la sua evidente forza fisica che se mal utilizzata, potrebbe diventare una componente distruttiva. Non sto dicendo che sia difficile allevare un American Bully, data anche la sua indole, semplicemente bisogna educarlo con fermezza (questo non vuol dire debba essere educato con violenza). Un’educazione ferrea e stabile mostrerà questa razza per ciò che è realmente.

Altrettanto importante è la socializzazione che deve avvenire fin da cucciolo, di modo che il cane sappia relazionarsi al meglio con i suoi simili e le persone in ogni situazione. Ricordiamo che se un cane non riceve gli strumenti giusti, non si può pretendere da quest’ultimo che si relazioni al meglio in ogni momento con chiunque.

american bully allevamento

Allevamento american bully (Foto©Instagram-imperialdynastykennel)

Alimentazione

Il consiglio che do sempre per ogni tipo di cane è quello di ricorre al cibo già pronto, piuttosto che a quello fatto in casa, in quanto il primo è studiato apposta per la tipologia di cane. in questo caso quello che più è importante è la quantità di cibo che si somministra. Per i primi quattro mesi di vita, infatti, si consiglia di far mangiare il cane quattro volte al giorno: mattina, mezzogiorno, pomeriggio e sera. Con il quinto mese si può passare a tre volte al giorno, rispettando sempre le quantità indicate. In quanto questo è un cane che deve mantenere tanti chili di muscoli si consiglia di acquistare delle crocchette per lo più povere di carboidrati, favorendo così le proteine.

Alloggio

È bene che ogni cane, per quanto possa vivere con il padrone, abbia un luogo tutto per lui, si tratta della cuccia. Ovviamente dovrai adattarla al luogo nel quale vivi. Se dovessi abitare in appartamento, basterà un comodo e caldo cuscino farcito di coperte durante l’inverno e dei suoi giochi preferiti, in modo che questo sia un luogo di pace dove possa rifugiarsi. Se abitassi in campagna potresti pensare a una cuccia più ampia come una casetta di legno da posizionare al riparo, sempre con tutto l’essenziale per renderla accogliente e amorevole.

Igiene e cura

L’igiene è la cura quotidiana sono fondamentali per regalare al tuo fido una vita migliore . non dimenticare quindi che sono preventivate per il cucciolo le prime tre vaccinazioni, quali dovranno poi ripetersi una volta l’anno. Inoltre si consiglia di far dei controlli dal veterinario periodicamente. Per quanto riguarda il bagnetto , questo dovrà essere svolto durante i mesi estivi almeno una volta al mese, mentre si consiglia di spazzolare il pelo almeno una volta a settimana.

pitbull american bully

Cane bully (Foto©Instagram-fijithebully)

Addestramento

Non solo l’American Bully è forte e allo stesso tempo amorevole, ma a completare tutto ciò, formando la triade perfetta, vie è anche la sua fantastica intelligenza. Quest’ultima vi sarà molto d’aiuto durante l’addestramento che in questo caso si rende più che necessario. Dovrai partire da dei comandi base, come “seduto” o “terra” per poi progredire sempre di più, imparandogli a stare al passo durante la passeggiata e, più importante, a non tirare. Se vorrai poi potrai procedere verso livelli più avanzati senza alcun problema.

Accoppiamento

Creare almeno una cucciolata con un cane di razza è sempre un’ottima idea, soprattutto se si intende venderli o addirittura crearne un allevamento professionale. Il primo passo da compiere è trovare il compagno o la compagna perfetta, in modo da far sentire veramente a proprio agio il tuo cucciolone. Per quanto riguarda la femmina si dovranno aspettare almeno i sei mesi perché questa sviluppi e far passare il primo ciclo estrale per assicurarsi che sia effettivamente pronta a questo grande passo.

L’accoppiamento dovrà avvenire proprio durante l’estro, ovvero il periodo di calore che solitamente avviene in primavera. Una volta che i cani si saranno conosciuti, non dovrai far altro che lasciare loro autonomia e privacy, in modo che l’accoppiamento sia un vero e proprio successo.

Malattie e cure

Nonostante sia un cane abbastanza robusto, è risaputo: gli incroci tra parenti stretti non è una botta di salute. Questi continui incroci hanno quindi portato al manifestarsi di malattie ereditarie comuni in altre razze come la displasia dell’anca, allergie, sordità e ipertiroidismo. Queste patologie per lo più si sviluppano durante la vecchiaia, quindi in età avanzata sarebbe meglio controllare periodicamente il cane in modo da fare prevenzione.

america bully

Bully american (Foto©Instagram-biiik_bully)

Quanto vive in media

Non è un cane che vive moltissimo, infatti per farlo vivere più a lungo si dovrebbe tenere sempre sotto controllo lo stato di salute del cane. Generalmente l’American Bully ha una vita media di tra gli 8 e i 15 anni.

American Bully Pocket

Piccola, fatta apposta per chi vive in appartamento, basti pensare che il maschio raggiunge una misura massima tra i 36 e i 43 cm al garrese, mentre la femmina può arrivare fino ai 33 e i 40 cm al garrese. Più rara perché non riconosciuta a livello internazionale, ma solo a livello americano.

American Bully Standard

La Standard è la taglia di cui ho già parlato precedentemente, è la più commercializzata perché l’unica riconosciuta al di fuori dei confini del continente. È un po’ una taglia per tutti perché non raggiunge misure troppo grandi né piccolissime.

American Bully Classic

L’American Bully Classic è per i veri nostalgici, infatti riprende l’estetica e la fisicità degli esemplari primitivi della razza. La statura è identica a quella della tipologia Standard, semplicemente con un fisico meno muscoloso, per chi desidera un cane più fine.

American Bully Extreme

È quello più raro, in quanto non è riconosciuto neanche nei confini americani. Si tratta di un esemplare più tozzo e largo, un po’ più sgraziato, ma fantastico per chi desidera una tipologia veramente muscolosa. Quest’ultima infatti è leggermente più basso e dal petto molto più largo. Non ha misure standard, in quanto non è una varietà ufficiale.

American Bully XL

Quest’ultima varietà si avvicina più a un bulldog piuttosto che a un bully, ciò è dato dalla sua fisicità ben espressa nella denominazione. Sinteticamente, è più alto e muscoloso rispetto alla Standard. Raggiunge un’altezza al garrese che va dai 48 ai 55 cm. Questa come anche la Classic è riconosciuta solo in America.

American bully: prezzo

Non solo questo è un cane di razza, ma è anche abbastanza raro in Italia, quindi non ci si può certo aspettare un prezzo modesto. Si può comprare questa razza dai mille pregi a 900 euro come a 1500 euro.

Ultimo aggiornamento il 28 Ottobre 2020 07:48

Lascia un Commento