american akita

Akita americano

La fedeltà della razza Akita ha commosso il cuore di tutti attraverso le immagini del film “Hachiko”. Grazie alla pellicola con protagonista Richard Gere, è stato possibile portare sotto i riflettori la storia di una razza di importazione novecentesca il cui segno distintivo è sicuramente l’attaccamento al padrone. Per chiunque voglia un cane docile, di grandi dimensioni, socievole e affettuoso, allora l’akita americano è indubbiamente la scelta vincente.

Origini

Quello che noi oggi conosciamo come akita americano porta dietro di sé una storia originaria lunga e tortuosa. L’akita americano, denominato il Grande Cane Giapponese, discende dai quadrupedi natii della regione di Akita in Giappone. Questi animali venivano utilizzati per il combattimento e, nel 1868, vennero incrociati con i Tosa e i Mastiff.

Questo incrocio portò a una notevole crescita esponenziale della taglia. Durante la seconda guerra mondiale gli americani importarono la razza degli akita da pastore e akita mastiff negli USA.  Il Club americano dell’Akita venne fondato nel 1956 ed il Kennel Club americano (AKC) accettò la razza nell’Ottobre del 1972.  La razza comunque si sviluppò come tipo unico a partire dal 1955 e ad oggi non è più considerato una varietà dell’akita inu ma una razza a sé.

akita americano carattere

Allevamento akita americano (Foto©Pixabay)

Caratteristiche

Questo docile peluches dalle dimensioni grandi, è forte, robusto e ben proporzionato. Qualità che fanno svettare l’akita americano tra i cani più belli al mondo. La testa è larga e forma un triangolo smussato, il muso è profondo e le orecchie piccole sono sempre erette sopra la testa.

La coda, dotata di folto manto, è arricciata sul fianco o lungo la schiena. Il mantello rende lo spessore di questo cane ancor più massiccio e può essere rosso, fulvo, bianco, screziato o tigrato.

Temperamento

Il fatto che sia un ex cane da combattimento e che attualmente è tra le razze più docili non deve lasciar pensare che sia semplice poter avvicinarsi alla specie. L’akita americano infatti è estremamente fedele e socievole coi propri cari e verso colui che riconosce come padrone ma matura una certa diffidenza nei confronti degli sconosciuti.

Per cui non aspettatevi che il cane possa impazzire di gioia di fronte alle coccole di un passante, con gli sconosciuti sarà sempre vigile. Hanno un estremo senso del dovere e sono protettivi nei confronti del nucleo familiare. Oltre ad essere di ottima compagnia saranno anche fedeli guardiani. Via libera alla vicinanza coi bambini, per il senso di protezione di cui sopra, e l’estrema dolcezza. Non amano la solitudine e cercano continuamente il contatto col proprio padrone. Sono cani dalla spiccata intelligenza e furbizia e dalla vivace curiosità.

akito americano

Cane akita americano (Foto©Pixabay)

Come allevare un akita americano

Se l’idea è quella di allevare un akita americano allora è bene munirsi di tanta pazienza ed esser pronti a fare il pieno di dolcezza. Agli inizi il cucciolo non passerà inosservato perché rosicchierà tutto ciò che troverà a tiro, da adulto invece, soprattutto se abituato alla socializzazione, sarà attento, fedele e premuroso. Qui di seguito tutto ciò che c’è da sapere per allevare al meglio il grande cane giapponese.

Alimentazione

Ogni animale che si rispetti per mantenersi in salute ha bisogno di attività fisica e alimentazione equilibrata. L’akita americano non è esente da queste accortezze, ecco perché anche i pasti meritano attenzioni, soprattutto per sorreggere la muscolatura robusta di cui sono dotati. Per mantenere ottime condizioni fisiche è necessario un apporto di proteine corrispondente a minimo il 25%. Queste dovranno comprendere proteine di origine animale e quelle di origine vegetale in parti uguali.

Una volta svezzato il cucciolo di akita fino ai 3 mesi dovrà consumare 4 pasti al giorno per un totale di 200 grammi. Dagli 8 mesi poi si passerà ai 3 pasti giornalieri per un totale di 300 grammi. Una volta che l’esemplare sarà adulto la dose varierà a seconda del peso e dell’attività fisica svolta. Si consiglia poi di curare l’alimentazione e il peso coadiuvati dal controllo costante del veterinario, questo per evitare che l’esemplare ingrassi troppo.

hachiko americano

Akita americano allevamento (Foto©Pixabay)

Alloggio

Diciamo pure che l’akita non è il classico cane da borsetta! Ecco perché anche l’alloggio merita un paragrafo esaustivo. Giardino, appartamento, balcone, caldo, freddo. Dove può vivere questo cane? Sebbene le dimensioni indichino la necessità di uno spazio ampio, l’akita più che un ambiente ideale ricerca il padrone ideale.

Non è un cane iperattivo per cui via libera anche al cane in appartamento a patto che sia sempre portato a spasso regolarmente per favorirne l’attività fisica. L’akita di un giardino ampio dove poter correre senza l’affetto di un padrone non se ne fa nulla. Ecco perché è importante dare al cane la vicinanza e l’affetto quotidiano.

Igiene e cura

Quando si parla di igiene dell’akita americano il primo pensiero va al corposo manto di cui è dotato. Paradossalmente il periodo di muta che viene due volte l’anno è l’unico che caratterizza la perdita consistente di pelo. Il manto comunque va spazzolato energicamente e spesso, soprattutto quando vive in casa e rientra dalla passeggiata all’esterno. Il bagno va fatto con moderazione e con prodotti indicati al suo tipo di pelo.

akita american

Allevamenti akita americano (Foto©Pixabay)

Addestramento

Secondo gli esperti addestrare l’akita americano è decisamente facilitato dalla sua naturale propensione all’ascolto, alla fiducia che ripone nel padrone e alla spigliata intelligenza. Questo cane è molto docile ma da adulto avrà difficoltà con altri esemplari adulti in quanto emergerà il carattere dominante.

Ecco perché non bisogna lasciarsi ingannare dalla dolcezza e non lasciarlo mai slegato nei parchi pubblici. Da cucciolo, invece, lasciare che cresca a contatto con altri esemplari e bambini farà di lui un fedele amico. Questi cani sono naturalmente propensi all’addestramento per diventare imbattibili guardiani.

Accoppiamento

Se l’idea è quella di dare il via ad una splendida cucciolata di peluches, allora è bene aspettare che l’esemplare maschio di akita americano raggiunga la maturità sessuale. In genere l’accoppiamento avviene due volte l’anno. Come ogni cane che si rispetti è bene che scelgano da sé la femmina da corteggiare.

Una volta partita la fase del corteggiamento, il maschio, che anche in questo caso si rivelerà dominante, appoggerà le zampe sul dorso della femmina e avvierà quindi l’amplesso. La gestazione è di 58 – 68 giorni e per chiunque sia in procinto di riempire la casa di piccoli Akita, è bene sapere che da cuccioli amano mordicchiare tutto ciò che capita loro a tiro.

cuccioli di akita americano

Cucciolo akita americano (Foto©Pixabay)

Malattie e cure

Questo mastodontico esemplare può dare l’impressione di essere un’invincibile della razza canina ma a differenza di quel che sembra, l’akita americano ha alcuni punti deboli che vanno costantemente monitorati. L’esemplare infatti è incline a contrarre alcune malattie. Si tratta di: displasia all’anca, problemi alla tiroide, patologie agli occhi e alla pelle, lussazione delle articolazioni.

Quanto vive in media

L’akita americano è un gigante dal cuore d’oro e a differenza dell’aspetto si presenta anche delicato. In genere un akita americano curato, ben tenuto e che gode di solida salute ha un’aspettativa media di 13 – 15 anni.

akita americani

Immagini akita americano (Foto©Pixabay)

Akita americano: prezzo

Varia a seconda del pedigree ma in genere quando compriamo un akita americano dobbiamo sapere che siamo su standard medio alti. Non si parte mai da un prezzo inferiore ai 1000 euro. In genere il prezzo arriva ai 1200 – 1500 euro ma se il pedigree ed eventuale titoli dei genitori fossero validi, si può svettare anche a 5000 euro.

akita americano alimentazione

Akito cane (Foto©Pixabay)

Specie di  cane akita

Le principali razze di cane akita sono:

Akita Inu

Tra le razze nipponiche l’akita è sicuramente il più grande e possente. Quando l’akita giapponese fu introdotto negli Stati Uniti si distinsero nettamente due profili: l’akita americano e l’Akita Inu. Riconosciute oggi come due razze distinte nonostante la diatriba su chi fosse l’akita originale. L’akita Inu ha raggiunto la popolarità occidentale grazie al film “Hachiko – Il tuo migliore amico” ed è un’apprezzata e diffusa razza in tutta Europa.

american akita inu

Akita inu (Foto©Pixabay)

Akita americano bianco

In natura l’akita ha il manto rosso, fulvo, tigrato o pezzato. Una specie particolare è però l’akita americano bianco, questo infatti a differenza degli esemplari di altro colore non presenta la caratteristica maschera in volto.

cani americani

Akita americano bianco (Foto©Pixabay)

Akita americano nero

Quando parliamo invece di akita americano nero è bene sapere che questo esemplare è in assoluto quello con il maggior numero di peli. Il sotto-pelo si presenta folto e soffice mentre il pelo esterno sembra sollevarsi dal corpo e la lunghezza varia a seconda della zona.

Akita americano gigante

Quando si parla di akita americano gigante parliamo di una creazione umana e non una vera e propria selezione scientifica esistente in natura. L’altezza media va dai 61 ai 71 cm e questa caratteristica rende il cane un vero e proprio titano.

29,43€
disponibile
3 nuovo da 29,43€
Amazon.it
Spedizione gratuita
10,39€
disponibile
2 nuovo da 10,39€
Amazon.it
Spedizione gratuita
17,00€
19,44
disponibile
6 nuovo da 16,15€
Amazon.it
Spedizione gratuita
11,05€
13,00
disponibile
10 nuovo da 11,05€
Amazon.it
Spedizione gratuita
11,90€
disponibile
10 nuovo da 10,71€
1 usato da 7,50€
Amazon.it
Spedizione gratuita
26,38€
disponibile
4 nuovo da 16,90€
27,99€
36,99
disponibile
21 nuovo da 27,99€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 15 Dicembre 2019 19:45

Lascia un Commento