White Park bovino

White Park

Tra le razze di bovini più antiche e di cui si legge ancora nei libri storici troviamo il White Park, un manzo inglese completamente bianco e dalle orecchie colorate. Questo esemplare dal raro aspetto è ormai una specie in via di estinzione e lo slancio al suo allevamento si è avuto in seguito alla diffusione dell’epidemia BSE e della richiesta crescente di carne genuina. Questo esemplare infatti si nutre in modo esclusivo di pascolo.

Origine

Il bovino White Park affonda le proprie origini in tempi lontani. Questa razza a tutti gli effetti inglese pare abbia registrato importazioni già a partire dagli antichi Romani. Duemila anni fa vacche molto simili a queste pascolavano nelle isole britanniche mentre il ciclo epico di Cùchulain, risalente al I secolo a.C. narra del sacrificio di trecento mucche bianche con orecchie colorate. I riferimenti storici alla White Park seguono copiose trame narrative: negli Historical Studies in Irish Agricolure della Royal Dublin Society, vi è un libro sulle antiche razze bovine irlandesi che parla proprio di vacche bianche conosciute fino al periodo della loro estinzione, databile 1820.

White Park

White Park

Anche nella storia gallese troviamo riferimenti alle mucche bianche e in Inghilterra, nel 1225, durante il regno di Enrico III, vennero isolate numerose mandrie tra cui quelle di Chartley e Chillingham. Sebbene le origini degli esemplari affondino in tempi lontani, la registrazione delle White Park in Gran Bretagna ebbe inizio solo nel 1900 e nel 1946 quelle di Dynevor, Woburn, Whipsnade e Cadzow sopravvivono come domestiche mentre le Vaynol e Chillingham come semi selvatiche. Attualmente la registrazione è assai scarsa e la specie è ormai rara, tanto che in Gran Bretagna risultano solamente mille esemplari. La fortuna inglese aprì alla specie le frontiere per Canada, Texas e Australia e negli Stati Uniti la razza si è diffusa come Ancien White Park.

Caratteristiche

La razza White Park, come si evince dal nome, ha un caratteristico quanto affascinante manto bianco che differisce solo sulle orecchie e sul muso e registra al garrese 125/135 cm. Il musello dell’esemplare è nero pigmentato e il fascino di questo bovino è racchiuso proprio negli straordinari quanto insoliti colori.

La taglia media è distribuita in un corpo lungo e il peso oscilla da 800 a 1000 kg se si tratta di un toro e sui 700 se invece parliamo di mucche. Le corna variano la loro forma sebbene per la maggiore siano lunghe e curvate in avanti.

Questa razza è estremamente docile e non presenta particolari problemi al momento del parto. Scegliere di allevare delle White Park si rivela una carta vincente per la straordinaria resa in termini produttivi.

Razze di bovini

White Park

Caratteristiche produttive

Allevare White Park equivale a scegliere una mandria estremamente produttiva. Prevalentemente per il tipo di carne. Fino a non molto tempo a la razza era a triplice vocazione e cioè latte, carne e forza-lavoro ma oggi il latte è ancora largamente prodotto, sebbene in misura ridotta, ed è la carne a farla da padrona. Questa è consumata e ritenuta di alta qualità ed ha avuto uno slancio con la diffusione dell’epidemia BSE e della richiesta crescente di carne genuina.

Lascia un Commento