Allevare Pecore

Per avviare un allevamento di pecore bisogna innanzitutto considerare vari fattori: la motivazione che ti spinge a iniziare questa attività e se hai tempo e denaro a sufficienza per dedicare a quest’ultima le giuste attenzioni.

Devi tener di conto che un allevamento di piccole dimensioni generalmente contiene 10 pecore femmine e un montone (o ariete). Stabilisci poi dove si dovrà trovare il pascolo, ovviamente che sia abbastanza vicino al ricovero.

Costruisci un ricovero solido e spazioso e che abbia tutti i necessari per accudire i tuoi animali.

Scegliere quale razza di pecore allevare

A questo punto la tua decisione è presa, hai considerato tutto ciò che ti serve e sei pronto a sceglier la razza di pecore da acquistare. In realtà le razze di questa specie animale sono tantissime, ma noi ti nomineremo le principali, in base allo scopo che avrà il tuo allevamento.

Se desidi una pecora esclusivamente per produrre la lana, le razze che fanno al caso tuo sono la Merino o la Ramboullet.

Differenti sono se vuoi avviare un allevamento di pecore da carne, in questo caso dovrai fare affidamento o sulla North County Cheviot oppure sulla Southdown, ma anche sulla Dorset o sulla Hempshire, sulla Suffolk o sulla Texel.

Vi sono anche pecore che possono adempiere a entrambi i ruoli, queste razze sono: la Columbia, la Corriedale, la Polypay e la Targee.

Infine potete avviare un allevamento di pecore che sia da latte, questa formula è maggiormente adottata soprattutto in Europa; per la produzione di latte è ottima la pecora Sarda.

Il prezzo dell’ovino varia in base alla sua età, se si sceglie una pecora giovane vi verrà a costare tra i 200 euro e i 250, mentre se si sceglie un agnello il suo prezzo andrà tra i 75 e i 150 euro.

pecore da latte

Ovini(Foto©Pixabay)

Cosa serve per allevare pecore

Prima cosa da avere per allevare delle pecore è sicuramente un posto caldo nelle quale queste possano dormire; è necessario quindi adoperarsi di una lettiera di paglia da sistemare nel ricovero.

La paglia per la lettiera andrà ad aumentare e diminuire in base a quanto tempo si pensa che le pecore trascorrano nella stalla; inoltre nelle stagioni più rigide è meglio che la lettiera sia fatta di fieno, materiale più resistente della paglia.

Nel ricovero dovrà essere presente un ventilatore o comunque un oggetto che favorisca il ricambio d’aria, in modo da tenere sempre la stalla in condizioni igieniche ottime.

Servirà poi una staccionata che percorra tutto il perimetro del campo, in modo che le pecore non possano scappare e al fine di proteggere quest’ultime dai predatori. Sarà poi importante procurarsi dei pannelli per separare le pecore malate da quelle sane.

Ovviamente saranno necessari i componenti adeguati per alimentare al meglio le vostre pecore e saranno necessari dei blocchi di sale, dai quali le pecore prenderanno i minerali che gli servono.

Zona del pascolo e ricovero

L’area riservata al pascolo è certamente fra le più importanti in quanto sarà utile alle vostre pecore per alimentarsi nelle stagioni dedite a questa attività.

Se si pensa di avviare un allevamento costituito da un piccolo gregge, allora sarà necessaria un area riservata al pascolo di circa 100 metri x 100 metri. Quest’area, inoltre, dovrà essere organizzata in parcelle intermedie, per far sì che si effettui una rotazione.

Il ricovero è un altro spazio importante per le vostre pecore dove potrete offrir loro ospitalità e amore. Dovrà essere progettato come una stalla con tettoia di dimensioni 5 metri x 5 metri.

Per costruire un ricovero si può anche utilizzare una vecchia struttura, attrezzandola in modo adeguato e disponendola di una tettoia alta dal suolo di almeno 1,5 metri.

Il sistema di mangiatoie da porvi all’interno dovranno garantire 40 cm per ogni capo, in modo da lasciare alle pecore abbastanza spazio per nutrirsi con la giusta tranquillità.

Alimentazione degli ovini

È doveroso considerare che la pecora è un animale ruminante, quindi ha un sistema di quattro stomaci adatto a digerire alimenti come il fieno o l’erba.

Per un’ottima dieta quotidiana, si dovrebbe offrire alla pecora fieno di ottima qualità che costituisca la componente base dell’alimentazione. Al fieno può essere sommato un mix di cereali di alta qualità e insilati di mais.

Importantissima è anche l’acqua, in quanto questo animale consuma dai 15 ai 20 litri al giorno, in base alla stagione, quindi non è assolutamente da far mancare.

allevatore pecore

Allevare pecore (Foto©PIxabay)

Accoppiamento

La maturità sessuale viene raggiunta dalla pecora femmina tra i 5 e i 10 mesi d’età, mentre avviene prima per gli esemplari maschi, più precisamente tra i 3 e i 6 mesi d’età.

In realtà è consigliabile attendere gli 8 mesi per la prima monta. Per l’accoppiamento, ovviamente, si deve attendere ciclo estrale della femmina.

I cicli di estro dipendono dalle differenti stagioni. Inoltre il ciclo riproduttivo della pecora è influenzato da diversi fattori: il tipo di alimentazione, la temperatura ambientale e la presenza di maschi.

Una volta avvenuto l’accoppiamento, la gravidanza dura circa cinque mesi, in questo periodo è importante migliorare l’alimentazione dell’animale.

La tosatura

La tosatura della pecora è da effettuare principalmente per due motivi: per vendere la lana e per evitare che la pecora sia surriscaldata in estate dalla sua stessa lana.

Innanzitutto, bisogna individuare il periodo più adeguato per tosare la pecora, in quanto questo può variare da pecora a pecora e bisogna valutare l’opzione di chiamare un tosatore esperto in quanto si potrebbe incorrere nel rischio di ferire la pecora.

Prima di effettuare la tosatura è doveroso dividere le pecore in un recinto e dividerle in base a categorie. È poi importante tenerle a digiuno il giorno prima per evitare le emissioni durante l’azione e per far rimanere il pavimento pulito.

Mettete quindi la pecora di schiena, facendo in modo che la pancia sia esposta. Fate stare comode le pecore per evitare che si divincolino. Iniziate la tosatura dalla pancia, per poi scendere sul cavallo, continuare sulla schiena e finire sulla zona del petto e del collo.

Come curare le pecore

Oltre la tosatura, altro momento da rispettare per prendersi cura delle pecore è la cura degli zoccoli.

Assicurarsi che le pecore abbiano una superficie asciutta sulla quale camminare previene importanti infezioni agli zoccoli. Bisognerà poi eliminare le ossa in eccesso, assicurandosi di non andare troppo in profondità per evitare di raggiungere zone sensibili.

Il livellamento degli zoccoli cambia in base al clima, quale se è secco è da fare ogni sei settimane, maggiormente se è umido. Altro modo per prendersi cura al meglio delle pecore è sverminarle sempre e rispettare gli appuntamenti con il veterinario.

allevare pecore

Allevamento pecore (Foto©Pixabay)

Come guadagnare allevando pecore

Vi sono molti modi per guadagnare da un allevamento di ovini, sia improntando la propria produzione sul settore caseario che vendendo lana.

Certamente un allevamento di piccole dimensioni e autonomo potrebbe dare molte più soddisfazioni di un allevamento intensivo.

Pecora merinos

Come allevare pecora merinos: caratteristiche e temperamento delle merinos, alimentazione, alloggio, tosatura della lana merinos, accoppiamento e cura.